Che cos’è Gzip

Gzip è uno strumento utile per comprimere file e risparmiare spazio di archiviazione. Gzip è un software e un’estensione di file nei sistemi Unix e simili a Unix in cui il contenuto HTTP viene compresso prima di servirlo al client. Grazie alla compressione del file, anche i tempi di caricamento delle pagine sono notevolmente ridotti. La sua compressione è basata sull’algoritmo LZ77, che cerca di trovare pattern ripetuti all’interno del file per ridurre la sua dimensione. Per utilizzare Gzip, è sufficiente avere una linea di comando e digitare il comando “gzip” seguito dal nome del file che si desidera comprimere. Inoltre, è possibile comprimere intere cartelle utilizzando il comando “tar” e poi comprimere il file risultante con Gzip. In definitiva, comprimere file con Gzip è semplice e consente di risparmiare spazio prezioso sul disco rigido.

Che cos’è Gzip e come funziona

Gzip è un software di compressione dati che riduce le dimensioni dei file per rendere il loro trasferimento più veloce ed efficiente. Questo è particolarmente utile per il trasferimento di dati su internet, dove la velocità di trasferimento è spesso un problema.

Gzip funziona comprimendo le stringhe di dati ripetitive in un file, riducendo la quantità di dati che devono essere trasferiti. Una volta che il file è stato compresso, viene inviato attraverso Internet e poi decompresso dal destinatario usando un programma di decompressione.

L’utilizzo di Gzip può fare la differenza in termini di velocità di caricamento delle pagine web. Quando un browser richiede una pagina web, il server invia tutte le informazioni richieste. Ma se queste informazioni sono state precedentemente compresse con Gzip, il browser dovrà solo decomprimerle per visualizzare la pagina. Questo rende il caricamento della pagina molto più veloce e può contribuire a migliorare l’esperienza dell’utente.

Come decomprimere file Gzip

La compressione dei file è diventata una pratica comune per risparmiare spazio sul disco rigido e per rendere i file più gestibili. Uno dei formati di compressione più utilizzati è il Gzip. Tuttavia, per utilizzare i file compressi in questo formato, è necessario sapere come decomprimerli. In questo articolo, ti spiegherò come fare in modo semplice e veloce.

In primo luogo, ti consiglio di verificare se il tuo sistema operativo ha già incorporato uno strumento di decompressione per i file Gzip. Per farlo, apri la cartella in cui si trova il file Gzip e fai clic con il tasto destro. Scegli “Apri con” e vedi se è presente un’opzione “Estrai”.

Se non è presente nessuna opzione di estrazione nel menu, il tuo sistema operativo non dispone del tool per decomprimere i file Gzip. In tal caso, puoi scaricare un programma specifico come WinZip o WinRAR.

Una volta instalalto il programma per la decompressione, fai clic con il tasto destro del mouse sul file Gzip e scegli l’opzione “Estrai qui” o “Estrai in”. Questo processo creerà una nuova cartella contenente i file estratti.

Utilità di Gzip per il web

Implementare Gzip sul tuo sito web significa che ogni volta che un utente visita la tua pagina, il contenuto viene compresso in modo automatico e istantaneo, riducendo drasticamente il tempo di caricamento della pagina.

Questo porta a numerosi benefici per i tuoi visitatori, come una migliore esperienza utente e una maggiore probabilità di rimanere sul tuo sito per più tempo. Ma non è solo una questione di soddisfare gli utenti: i motori di ricerca come Google considerano la velocità di caricamento come un fattore importante per il posizionamento dei siti nei risultati di ricerca.

Inoltre, l’utilizzo di Gzip può ridurre il consumo di banda del tuo sito web, il che significa che puoi ospitare più traffico sul tuo server senza dover pagare per un upgrade costoso.

Implementare Gzip sul tuo sito web è relativamente semplice, soprattutto se utilizzi un Content Management System (CMS) come WordPress, Drupal o Joomla. Ci sono anche molte risorse disponibili online per aiutarti a farlo in modo corretto.

Guida all’utilizzo di Gzip

Per utilizzare Gzip sul tuo sito web, ecco una guida passo passo:

1. Verifica se il tuo sito web ha già Gzip abilitato – Puoi utilizzare strumenti online gratuiti come GIDNetwork per verificare se il tuo sito web utilizza Gzip. Se non è abilitato, dovrai abilitarlo manualmente.

2. Abilita Gzip – Per abilitare Gzip, dovrai inserire alcuni comandi nel file.htaccess del tuo sito web. Puoi utilizzare un editor di testo come Notepad++ per aprire il file e inserire le seguenti righe di codice:


#Attiva la compressione Gzip
AddOutputFilterByType DEFLATE text/html text/css text/plain text/xml application/json application/javascript application/x-javascript

Salva il file e caricalo sul tuo sito web.

3. Verifica se Gzip è abilitato – Puoi utilizzare strumenti online come GIDNetwork o GTmetrix per verificare se Gzip è stato abilitato sul tuo sito web. Se vedi “Compressione Dati” o “Gzip” nella lista dei risultati, allora hai abilitato correttamente Gzip.

4. Verifica la compatibilità del browser – Non tutti i browser supportano Gzip, ma la maggior parte dei browser moderni lo fanno. Puoi utilizzare strumenti di compatibilità come CanIUse per verificare se il browser del visitatore supporta Gzip.

Se hai seguito questi passaggi correttamente, vedrai un notevole miglioramento delle prestazioni del tuo sito web. Gzip compresserà i tuoi file in modo che possano essere caricati più velocemente e renderà l’esperienza del visitatore più piacevole.

Gzip vs altri metodi di compressione

Gzip è uno dei metodi di compressione più utilizzati per rendere i file web più piccoli e caricare le pagine più rapidamente. Ma ci sono anche altri metodi di compressione disponibili. Quale è il migliore per il tuo sito web?

Prima di tutto, vediamo come funziona Gzip. Questo metodo di compressione utilizza un algoritmo per eliminare le informazioni ridondanti nei file. Questo significa che i file diventano più piccoli senza perdere alcuna informazione importante. Quando un browser richiede una pagina web, il server invia il file Gzip compresso. Il browser quindi de-comprime il file e lo rende leggibile per gli utenti.

Ma ci sono anche altri metodi di compressione come Brotli e Zopfli. Brotli è un metodo di compressione più avanzato e recente rispetto a Gzip. Ciò significa che riesce a comprimere i file più di quanto faccia Gzip. Tuttavia, non tutti i browser supportano Brotli, quindi non tutti gli utenti possono beneficiare di questa tecnologia.

Zopfli è un altro metodo di compressione che crea file ancora più piccoli rispetto a Gzip e Brotli. Tuttavia, richiede maggiori risorse del server per comprimere i file e consuma più tempo, quindi non sempre è la scelta migliore.

In generale, Gzip è ancora il metodo più utilizzato perché funziona su tutti i browser e richiede meno risorse del server rispetto a Brotli e Zopfli. Ma se vuoi massimizzare le prestazioni del tuo sito web, dovresti considerare l’utilizzo di Brotli come alternativa più avanzata a Gzip.

Inoltre, è anche importante tenere presente che la compressione dei file potrebbe non essere la soluzione migliore per tutti i siti web. Ridurre le dimensioni dei file può migliorare le prestazioni della pagina, ma ci sono altri fattori che influiscono sulla velocità del sito web, come l’hosting, il codice e l’ottimizzazione delle immagini. Quindi, prima di decidere quale metodo di compressione utilizzare, assicurati di considerare tutti gli aspetti della performance del tuo sito web.

Configurazione di Gzip su un server web

Per configurare Gzip sul tuo server web, prima devi verificare se il server supporta la compressione. Ci sono diverse tecniche che puoi utilizzare per scoprirlo. Ad esempio, puoi utilizzare il seguente comando su Linux:

sudo Apache2ctl -M | grep ‘deflate\|gzip’

Se il risultato include “deflate” e/o “gzip”, significa che il server supporta la compressione. In caso contrario, devi installare il modulo mod_deflate o mod_gzip.

Una volta che il server supporta la compressione, puoi configurare l’utilizzo di Gzip per i file che desideri comprimere. Puoi farlo utilizzando il file .htaccess, che deve essere posizionato nella directory radice del tuo sito web. Puoi aggiungere le seguenti righe di codice al tuo file .htaccess:


AddOutputFilterByType DEFLATE text/plain
AddOutputFilterByType DEFLATE text/html
AddOutputFilterByType DEFLATE text/xml
AddOutputFilterByType DEFLATE text/css
AddOutputFilterByType DEFLATE application/xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/xhtml+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/rss+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/javascript
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-javascript

In questo modo, stai dicendo al server di comprimere i file di testo, XML, CSS, JavaScript e altri tipi di file supportati.

Non dimenticare di testare la configurazione di Gzip, utilizzando strumenti come Google PageSpeed Insights o GTmetrix. Questi strumenti ti daranno un’idea delle prestazioni del tuo sito dopo l’implementazione di Gzip.

Come comprimere file con Gzip

La compressione dei file si riferisce alla riduzione delle dimensioni dei file per renderli più facili da trasferire e scaricare da Internet. Il formato Gzip è una tecnologia di compressione lossless utilizzata per ridurre la dimensione dei file senza perdere alcuna informazione. È ampiamente utilizzato per la compressione di file HTML, CSS, JavaScript e altri tipi di file web.

Per compressione con Gzip, è necessario innanzitutto verificare se il tuo sito web ha già il supporto per questa tecnologia. Ci sono diversi modi per farlo – la più semplice è utilizzare uno strumento online come Check Gzip Compression.

Se il tuo sito web non supporta la compressione Gzip, è possibile abilitarla attraverso il file .htaccess. Se non sai come creare un file .htaccess, puoi utilizzare uno strumento online per farlo. Aggiungi semplicemente le righe di codice qui sotto nel tuo file.


# compressione Gzip

# comprimi HTML, CSS, JavaScript, testo, XML e font
AddOutputFilterByType DEFLATE application/javascript
AddOutputFilterByType DEFLATE application/rss+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/vnd.ms-fontobject
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-font
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-font-opentype
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-font-otf
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-font-truetype
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-font-ttf
AddOutputFilterByType DEFLATE application/x-javascript
AddOutputFilterByType DEFLATE application/xhtml+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE application/xml
AddOutputFilterByType DEFLATE font/opentype
AddOutputFilterByType DEFLATE font/otf
AddOutputFilterByType DEFLATE font/ttf
AddOutputFilterByType DEFLATE image/svg+xml
AddOutputFilterByType DEFLATE image/x-icon
AddOutputFilterByType DEFLATE text/css
AddOutputFilterByType DEFLATE text/html
AddOutputFilterByType DEFLATE text/javascript
AddOutputFilterByType DEFLATE text/plain
AddOutputFilterByType DEFLATE text/xml
# Non comprimere i seguenti tipi di file
SetEnvIfNoCase Request_URI .(?:exe|t?gz|zip|bz2|sit|rar)$ no-gzip dont-vary

Dopo aver abilitato la compressione Gzip, puoi verificare il suo funzionamento utilizzando uno strumento online come Check Gzip Compression.

In conclusione, la compressione dei file con Gzip è un’ottima tecnologia che può aiutare a migliorare la velocità del tuo sito web e a fornire un’esperienza utente migliore. Segui i passaggi sopra indicati per abilitare la compressione Gzip e inizia a godere dei vantaggi che questa tecnologia ha da offrire.

Che cos’è Gzip Domande frequenti

DomandaRisposta
Che cos’è Gzip?Gzip è un software di compressione dei dati che viene utilizzato per ridurre la dimensione dei file HTML, CSS e JavaScript e velocizzare il caricamento delle pagine web.
Come funziona Gzip?Gzip comprime i file utilizzando un algoritmo di compressione lossless, che riduce le dimensioni del file senza perdere informazioni. Quando un browser richiede un file compresso, il server lo trasmette al browser in formato compresso e il browser lo decomprime automaticamente.
Quali sono i vantaggi di utilizzare Gzip?I vantaggi principali di utilizzare Gzip sono la riduzione delle dimensioni dei file, la velocizzazione del caricamento delle pagine web, la riduzione del consumo di banda e la migliore esperienza utente globale.
Come si attiva Gzip?Per attivare Gzip, è necessario abilitare la compressione Gzip sul server web. Questo può essere fatto attraverso il file di configurazione del server o attraverso l’uso di moduli aggiuntivi per il server web.
Gzip funziona con tutti i tipi di file?No, Gzip funziona solo con i file di testo, come HTML, CSS e JavaScript. Non funziona con i file binari, come le immagini e i video, che sono già compressi.

Autore

Classe Novanta3, Fondatore di TrgtKLS. Appassionato in Sec IT & Tech. Expert per l'amministrazione web server e supporto in Back-&, ottimizzazione e manutenzione di esso. • Metà Free e Metà Freelancer • mail@trgtkls.org

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *