Pagina inizialeSicurezzaChe cos’è Subdomain Takeover?

Che cos’è Subdomain Takeover?

Il subdomain takeover è una tecnica di hacking che può essere utilizzata per accedere a siti web attraverso sotto-domini abbandonati. Questi sotto-domini possono essere acquistati da un hacker malintenzionato e utilizzati per distribuire malware o phishing. È importante che i proprietari di siti web monitorino regolarmente i loro sotto-domini e li rimuovano se non vengono utilizzati, per evitare che vadano persi.

Cos’è il Subdomain Takeover?

Il Subdomain Takeover, o STO, è una vulnerabilità informatica che permette a un attaccante di prendere il controllo di un sottodominio di un sito web. Questo avviene attraverso l’utilizzo di un sottodominio che non è più utilizzato dal proprietario del sito web, ma che rimane ancora configurato sul server DNS.

L’acquisizione del sottodominio è l’acquisizione non autorizzata di un nome di sottodominio. Lo scenario più comune che si verifica con un record CNAME può essere riassunto come segue.

  • Un nome di dominio (ad es. green.greenanimalsbank.com) utilizza un record CNAME per un altro dominio (green.greenanimalsbank.com CNAME subdomaintakeover.com).
  • Dopo un po’, il nome di dominio subdomaintakeover.com scade e non c’è alcun ostacolo per chiunque possa riprenderlo.
  • Finché il record CNAME non viene eliminato dal file di zona DNS green.greenanimalsbank.com, chiunque acquisisca il nome di dominio subdomaintakeover.com ha il controllo completo su green.greenanimalsbank.com con il proprio record DNS corrente.

Se l’esempio precedente viene considerato per i servizi cloud di terze parti, la rimozione o l’eliminazione del servizio causa nuovamente una vulnerabilità di acquisizione del sottodominio. Se il motivo è spiegato con un esempio;

Possiamo dire che il sottodominio green.greenanimalsbank.com viene reindirizzato a una pagina su github oppure il contenuto viene fornito anche da Github. Se l’utente Github ha rimosso o eliminato la pagina (disconnettendo il sottodominio dal dominio a cui punta con il record CNAME), un utente malintenzionato che si accorge della situazione può attaccare. Puoi rivendicare il sottodominio green.greenanimalsbank.com creando una nuova pagina su Github e utilizzando il record CNAME. Per essere espresso in altre parole, il nome del sottodominio viene registrato su Github utilizzando la stessa configurazione che abbiamo creato per la prima volta. Quando l’utente vittima visita lo stesso sito come al solito, visita un altro sottodominio il cui contenuto è stato modificato o ripreso. Questo attacco può essere effettuato non solo con Github, ma anche tramite altri fornitori di servizi cloud. Con la stessa logica si tratta di ricreare i servizi che sono stati terminati e aperti al servizio di nuovi utenti configurandoli con le vecchie informazioni CNAME. Per fare alcuni esempi di organizzazioni che sono state esposte a tali attacchi in passato, si può dire Slack, GitLab, Uber.

L’attaccante, sfruttando questa vulnerabilità, riesce a collegarsi al sottodominio e ad inserire in esso contenuti malevoli. In questo modo, l’attaccante può creare una sorta di “copertura” per la sua attività criminale, facendola passare per legittima e sicura. Per evitare il Subdomain Takeover, è necessario che il proprietario del sito web si assicuri che tutti i sottodomini non utilizzati siano rimossi dal server DNS. Inoltre, è possibile utilizzare tool online per verificare la presenza di eventuali sottodomini vulnerabili. Il Subdomain Takeover è una minaccia sempre più frequente, soprattutto per le aziende che possiedono un vasto network di siti web. Pertanto, è importante che le aziende prendano le misure necessarie per proteggere i propri siti web e prevenire eventuali attacchi informatici.

Subdomain Takeover rappresenta una minaccia reale per la sicurezza informatica dei siti web. Per questo motivo, è fondamentale che i proprietari di siti web si informino su questa vulnerabilità e prendano le precauzioni necessarie per proteggere i propri siti web dai cyber-attacchi.

Come identificare e prevenire il Subdomain Takeover? Ecco i consigli degli esperti

Il Subdomain Takeover (STO) è una tecnica utilizzata dai criminali informatici per assumere il controllo di un sotto-dominio che non è più in uso o che è stato dimenticato dalla società proprietaria del sito web. I criminali informatici sfruttano la configurazione DNS errata o l’eliminazione del record CNAME per assumere il controllo del sotto-dominio.

Per evitare il Subdomain Takeover, le società devono identificare tutti i sotto-domini attivi e inattivi. Questo può essere fatto utilizzando uno strumento di scansione di sotto-dominio come Sublist3r o KnockPy. È anche importante mantenere un registro aggiornato dei sotto-domini utilizzati dalla società.

Le società devono inoltre verificare regolarmente se i sotto-domini inattivi sono ancora registrati e, se non lo sono, registrarli per evitare che i criminali informatici li assumano.

È importante che le società monitorino costantemente i loro record DNS per identificare qualsiasi modifica sospetta che possa indicare un subdomain takeover. Le società dovrebbero anche adottare una politica di utilizzo dei sottodomini uniforme per evitare di creare subdomini inutili o dimenticati.

In caso di subdomain takeover, le società dovrebbero agire rapidamente per ripristinare il controllo del loro dominio. Ci sono molti provider di sicurezza informatica che offrono soluzioni per gestire e prevenire il Subdomain Takeover.

In sintesi, identificare e prevenire il Subdomain Takeover richiede una vigilanza costante e una buona gestione dei record DNS. Investire in soluzioni di sicurezza informatica specializzate nel Subdomain Takeover può anche aiutare a proteggere la società da eventuali attacchi.

Cosa fare per prevenire il Subdomain TakeoverCosa fare in caso di Subdomain Takeover
– Identificare tutti i sotto-domini attivi e inattivi

– Mantenere un registro aggiornato dei sotto-domini utilizzati dalla società

– Verificare regolarmente se i sotto-domini inattivi sono ancora registrati

– Adottare una politica di utilizzo uniforme dei sottodomini
– Agire rapidamente per ripristinare il controllo del dominio

– Investire in soluzioni di sicurezza informatica specializzate nel Subdomain Takeover

In sintesi, per evitare il Subdomain Takeover, è essenziale identificare e monitorare costantemente tutti i sotto-domini utilizzati dalla società e adottare una politica uniforme di utilizzo dei sottodomini. In caso di subdomain takeover, agire rapidamente e investire in soluzioni di sicurezza informatica specializzate può aiutare a proteggere la società.

Subdomain Takeover: le conseguenze per il tuo sito web e la tua reputazione online

Il subdomain takeover è una vulnerabilità di sicurezza che si verifica quando un dominio di terze parti viene lasciato inattivo e poi utilizzato da un’altra persona o azienda per ospitare contenuti maligni.

Questa situazione può essere estremamente dannosa per il tuo sito web e la tua reputazione online. Innanzitutto, l’utilizzo di un subdomain attraverso pratiche illegali può danneggiare la tua reputazione online in modo irreparabile. Ciò può derivare da un calo della qualità della tua presenza online e dei tuoi contenuti.

In secondo luogo, un subdomain takeover può portare anche a prezzi abbusivi di vendita dei tuoi prodotti o servizi. Ad esempio, avevi creato il subdominio “shop.tuosito.com”, magari con l’intenzione di iniziare a vendere i tuoi prodotti online in futuro. Se il subdominio cade in mani sbagliate, questo potrebbe portare ad un danno economico irreparabile per il tuo brand.

Per prevenire il subdomain takeover, è importante tenere d’occhio tutti i tuoi subdomini attivi e verificarne la sicurezza regolarmente per identificare quelli inattivi e rimuoverli. Alcuni consigli per evitare questo problema includono l’uso di un monitoraggio regolare del tuo dominio e l’adozione di una password forte e crittografata per l’accesso ai tuoi domini.

Storie di successo e errori commessi nel Subdomain Takeover

Il Subdomain Takeover è una pratica di hacking che prevede l’acquisizione di un sotto-dominio inutilizzato di un sito web e la creazione di contenuti falsi a scopi malevoli. Questa pratica può rivelarsi molto pericolosa se non si conoscono bene le tecniche di hacking. Tuttavia, ci sono alcuni esempi di successo nel campo del Subdomain Takeover che possono fornire ispirazione e suggerimenti preziosi per coloro che vogliono impegnarsi in questo campo.

D’altra parte, ci sono anche molti esempi di errori commessi nel Subdomain Takeover che possono invece evitati. Questi errori sono stati fatti da persone che si sono impegnate in questa pratica senza averne conoscenza adeguata o esperienza. Ci sono molte risorse online con consigli utili su come evitare questi errori e come proteggere il proprio sito web.

In conclusione, il Subdomain Takeover è una pratica pericolosa ma utile se eseguita nell’ambito delle leggi. Studiando le storie di successo e gli errori commessi dagli altri, si può imparare a proteggere il proprio sito web e a evitare gli stessi errori commessi da altri.

Vulnerabilità dei sottodomini: come testare la sicurezza del tuo sito web

I sottodomini sono spesso utilizzati per fornire ulteriori servizi o pagine web nell’ambito di un dominio principale. Tuttavia, la loro presenza può anche creare vulnerabilità nella sicurezza del sito web.

È importante testare la sicurezza dei sottodomini per garantire la protezione del tuo sito web. Ci sono diversi strumenti e metodi che puoi utilizzare per farlo. Una delle tecniche più comuni è l’utilizzo di uno scanner di vulnerabilità. Questo strumento esegue una scansione approfondita del sottodominio alla ricerca di vulnerabilità, come ad esempio le porte aperte, le falle di sicurezza e gli errori di configurazione.

Inoltre, puoi utilizzare anche Metasploit, una piattaforma di testing dell’exploit, per testare la vulnerabilità dei sottodomini. Non dimenticare che esistono anche servizi online che possono aiutarti a testare la sicurezza dei sottodomini in modo automatico. Importante ricordare che ci sono anche diverse best practice che devi seguire per garantire la sicurezza del tuo sito web. Ad esempio, devi sempre aggiornare il software del tuo web server e utilizzare password complesse e diverse per ogni account.

Una vulnerabilità di tipo Subdomain Takeover può mettere a rischio il tuo sito web e la tua reputazione online. Questo tipo di attacco sfrutta il fatto che un sottodominio è disabilitato o non più utilizzato da un’azienda o un’organizzazione. Un attaccante può registrare il sottodominio e utilizzarlo per scopi fraudolenti, come la diffusione di malware o l’invio di email di phishing. Per proteggere il tuo sito web da questo tipo di attacco, ci sono alcuni strumenti che puoi utilizzare, come i servizi di monitoraggio dei sottodomini, come SubDomain Analyzer e DNS Trails, che ti avvisano quando un sottodominio diventa disponibile e ti aiutano a prenderne il controllo. Inoltre, puoi utilizzare i servizi di gestione dei certificati SSL, come Let’s Encrypt e SSLMate, per proteggere i tuoi sottodomini con certificati SSL dedicati. Infine, devi sempre monitorare attentamente i tuoi sottodomini e assicurarti che non ci siano vulnerabilità o problemi di sicurezza che possano mettere a rischio il tuo sito web.

Sotto Dominio Presa Decisione Domande Frequenti

DomandaRisposta
Cosa significa subdomain takeover?La subdomain takeover si verifica quando un terzo assume il controllo di un sottodominio che è stato registrato ma non è più in uso. Ciò consente a un attaccante di utilizzare il sottodominio per scopi malevoli come phishing, spamming o distribuzione di malware.
Come posso scoprire se il mio sottodominio è vulnerabile alla subdomain takeover?Puoi scoprire se il tuo sottodominio è vulnerabile alla subdomain takeover attraverso strumenti online di scanning come DNSdumpster, Sublist3r, Amass, Knockpy, etc. Questi strumenti possono scansionare il tuo dominio alla ricerca di sottodomini registrati ma non più utilizzati e vulnerabili alla subdomain takeover.
Cosa dovrei fare se trovo un sottodominio vulnerabile alla subdomain takeover?Se trovi un sottodominio vulnerabile alla subdomain takeover, dovresti immediatamente prendere misure per proteggere il tuo dominio. Questo potrebbe includere la rimozione del registro del dominio, l’aggiunta di un record CNAME o la riprendere il controllo del sottodominio. È altamente consigliabile chiedere assistenza a un esperto in sicurezza informatica per guidarti attraverso il processo.
Come posso prevenire la subdomain takeover?Puoi prevenire la subdomain takeover mantenendo una buona igiene dei tuoi sottodomini. Devi rimuovere i sottodomini che non sono più in uso, monitorare costantemente il tuo dominio alla ricerca di possibili vulnerabilità e utilizzare strumenti di scansione per verificare regolarmente se esistono sottodomini vulnerabili alla subdomain takeover.

Autore

Classe Novanta3, Fondatore di TrgtKLS. Appassionato in Sec IT & Tech. Expert per l'amministrazione web server e supporto in Back-&, ottimizzazione e manutenzione di esso. • Metà Free e Metà Freelancer • mail@trgtkls.org

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *