Pagina inizialeSaluteChi rimane più a lungo in digiuno a ramadan?

Chi rimane più a lungo in digiuno a ramadan?

Musulmani in diversi paesi del mondo digiunano per tempi e ore diverse. perché…?

Il primo digiuno del mese di Ramadan si tiene a partire da oggi. Tuttavia, i musulmani in diversi paesi del mondo stanno a digiuno per tempi diversi. Il mese di Ramadan è ufficialmente iniziato da oggi e i musulmani di tutto il mondo digiuneranno per un mese a partire da oggi. Mentre il digiuno è un culto comune per tutti i musulmani, i musulmani in diverse parti del mondo devono digiunare a diverse tempistiche predefinite.

Mentre un musulmano che vive a Oslo, la capitale e la città più grande della Norvegia, deve digiunare per circa 18 ore e 10 minuti; Chi vive a Melbourne, in Australia, la città più meridionale del mondo con una popolazione di oltre 1 milione di abitanti, digiunerà per circa 12 ore e 8 minuti.

Allora perché le persone che vivono in città diverse digiunano per periodi diversi?

Ci sono due ragioni principali per questa differenza.

  • Primo; La Terra non è piatta come un vassoio, ma una forma geoide sferica.
  • Il secondo è che l’asse di rotazione terrestre è leggermente inclinato.

Questi due motivi fanno sì che le città del nord ricevano più luce di quelle del sud durante la stagione in corso e, di conseguenza, quelle del nord devono digiunare di più.

I tempi di Sahur e iftar in tutto il mondo possono imparare il sito web di Islamic Finder, Mentre i musulmani che vivono a Norilsk, in Russia, che è la città più settentrionale del mondo con una popolazione di oltre 100mila abitanti, digiuneranno per 22 ore e 20 minuti; Chi vive a Ushuaia, in Argentina, considerata la città più meridionale del mondo, digiunerà per un massimo di 10 ore e 36 minuti.

Autore

Classe Novanta3, Fondatore di TrgtKLS. Appassionato in Sec IT & Tech. Expert per l'amministrazione web server e supporto in Back-&, ottimizzazione e manutenzione di esso. • Metà Free e Metà Freelancer • mail@trgtkls.org

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *