Pagina inizialeMicrosoftChiariamoci! Windows 12 non richiederà un abbonamento per utilizzarlo

Chiariamoci! Windows 12 non richiederà un abbonamento per utilizzarlo

Questa settimana, le voci sono piene di attività sulla possibilità che “Windows 12” sarà basato su abbonamento. Da quando siamo entrati nell’era di “Windows as a Service”, le voci secondo cui la prossima versione di Windows sarà basata su abbonamento non mancano mai di apparire.

Ora, nelle ultime build di anteprima di Windows sono stati trovati riferimenti a un modello di abbonamento, suggerendo che Microsoft costringerà finalmente gli utenti a pagare un abbonamento mensile per utilizzare Windows, giusto? NO. Questi riferimenti sono quasi sicuramente legati a ciò che è stato appena scoperto Edizione “Abbonamento IoT Enterprise” di Windows 11 non la versione client di Windows vNext.

Detto questo, non credo sia improbabile che la prossima versione di Windows ne avrà alcuni nuovo funzionalità che richiedono un abbonamento per essere utilizzate, legate al tuo account e ai servizi Microsoft. L’azienda sta integrando un supporto più approfondito per Windows 365 nella prossima versione di Windows, per la quale l’azienda addebita già un abbonamento mensile per accedere a Windows 11 nel cloud.

Al momento, Windows 365 è un servizio aziendale, ma non sarà così per sempre. Microsoft prevede di lanciare in futuro Windows 365 per i consumatori, che consentirà a chiunque di abbonarsi a un PC Windows nel cloud per qualsiasi esigenza informatica richiesta.

Windows 365 verrà presto lanciato per i consumatori.

Quando ciò accade, Microsoft vorrà che il servizio si integri perfettamente con l’esperienza Windows locale. Le esperienze di elaborazione ibrida sono un obiettivo chiave per le prossime versioni di Windows, poiché consentono potenzialmente agli utenti di installare app localmente o nel cloud, che possono quindi essere trasmesse in streaming a qualsiasi PC su cui si accede con il proprio account Microsoft.

Questa sarà la chiave per il prossimo prodotto concorrente di Microsoft, Chrome OS, che mi è stato detto si appoggerà a Windows 365 per il supporto delle app. Sono sicuro che anche qui ci sia un gioco basato sull’intelligenza artificiale. So che Microsoft spingerà le esperienze ibride su tutto il suo portafoglio nel prossimo decennio, inclusi Windows, HoloLens e Xbox.

Sospetto che alcune di queste esperienze ibride che si appoggiano al cloud saranno basate su abbonamento, ma non sull’intero sistema operativo. In effetti, il sistema operativo locale che esegui a casa lo farà Mai richiedono un abbonamento per l’utilizzo. Il motivo? Semplicemente non esiste un modello di business fattibile che non alieni la maggior parte della base di utenti.

Apple non addebita alcun costo per macOS o iPadOS e Google non addebita alcun costo per Chrome OS o Android. Windows sarebbe un brutto problema se Microsoft provasse a addebitare una tariffa mensile per questo, con il risultato che le persone volterebbero le spalle a Windows in favore di qualcosa di più conveniente.

Ciò non significa che non ci saranno alcune funzionalità nel sistema operativo che richiedono un abbonamento per essere utilizzate, ma se non sei interessato a nulla di tutto ciò, potrai utilizzare la prossima versione di Windows sul tuo PC di casa proprio come fai con Windows 11, non è richiesto alcun canone mensile.

Autore

In stretto contatto con la tecnologia e gaming fin dall'infanzia, è felice di fare ricerche e condividere le sue esperienze con le persone.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *