Come installare Varnish Cache su AlmaLinux 9

Varnish è un acceleratore di applicazioni Web gratuito e open source utilizzato per memorizzare nella cache i contenuti dei siti Web. È progettato per HTTP per accelerare la memorizzazione nella cache di siti Web dinamici pesanti. È in grado di accelerare il tempo di caricamento della pagina del tuo sito web di un fattore compreso tra 10x e 300x. Questo ti aiuterà con la pagina dei risultati del tuo motore di ricerca e migliorerà anche l’esperienza dell’utente sul tuo sito web.

In questo post ti mostreremo come installare Varnish 7 su AlmaLinux 9.

Prerequisiti

  • Un VPS AlmaLinux con accesso root abilitato o un utente con privilegi sudo.

Accedi tramite SSH e aggiorna il tuo sistema

Innanzitutto, dovrai accedere al tuo VPS AlmaLinux tramite SSH come utente root:

ssh root@IP_ADDRESS -p PORT_NUMBER
Successivamente, esegui i seguenti comandi per aggiornare tutti i pacchetti installati sul tuo VPS:

dnf update -y

Una volta aggiornati tutti i pacchetti, riavvia il sistema per applicare le modifiche.

Installazione Varnish

Ora puoi eseguire il seguente comando per installare Varnish 7 sul tuo server.

dnf install varnish -y

Una volta installato Varnish, puoi verificare la versione di Varnish utilizzando il seguente comando:

rpm -qi varnish

Per impostazione predefinita, il servizio Varnish è gestito da systemd. Puoi avviare il servizio Varnish con il seguente comando:

systemctl start varnish

Per abilitare il servizio Varnish, esegui il comando seguente:

systemctl enable varnish

Per verificare lo stato del servizio Varnish, esegui il comando seguente:

systemctl status varnish

Configurazione

Per impostazione predefinita, Varnish è in ascolto sulla porta 6081. Puoi verificarlo con il seguente comando:

ss -antpl | grep varnish

LISTEN 0 128 0.0.0.0:6081 0.0.0.0:* users:((“cache-main”,pid=25017,fd=6),(“varnishd”,pid=25006,fd=6)) LISTEN 0 128 [::]:6081 [::]:* users:((“cache-main”,pid=25017,fd=7),(“varnishd”,pid=25006,fd=7))

Ora dovrai configurare Varnish per l’ascolto sulla porta 80. Puoi farlo modificando il file di configurazione di Varnish:

nano /usr/lib/systemd/system/varnish.service

Sostituisci la porta 6081 con 80 come mostrato di seguito:

ExecStart=/usr/sbin/varnishd \ -a :80

Salva e chiudi il file quindi ricarica il demone systemd per applicare le modifiche:

systemctl daemon-reload

Successivamente, dovrai anche modificare il file di configurazione di Varnish VCL e definire il tuo backend Nginx.

nano /etc/varnish/default.vcl

Definisci il tuo backend Nginx come mostrato di seguito:backend default { .host = “127.0.0.1”; .port = “8080”; }

Salva e chiudi il file quando hai finito.

Nota: sostituisci 127.0.0.1 con l’IP del tuo server web Nginx.

Configura Varnish per Nginx

Innanzitutto, installa il pacchetto del server web Nginx con il seguente comando:

dnf install nginx -y 

Una volta installato Nginx, dovrai modificare il file di configurazione di Nginx e cambiare la porta di ascolto da 80 a 8080:

nano /etc/nginx/nginx.conf

Cambia la porta predefinita da 80 a 8080: listen 8080 default_server; listen [::]:8080 default_server; Salva e chiudi il file, quindi riavvia il servizio Nginx per applicare le modifiche:

systemctl restart nginx

Infine, riavvia il servizio Varnish per applicare le modifiche:

systemctl restart varnish

Verificare varnish

A questo punto Varnish è installato e configurato per funzionare con Nginx. Ora è il momento di verificarlo. Puoi verificarlo utilizzando il comando curl come mostrato di seguito:

curl -I http://your-server-ip

Autore

Classe Novanta3, Fondatore di TrgtKLS. Appassionato in Sec IT & Tech. Expert per l'amministrazione web server e supporto in Back-&, ottimizzazione e manutenzione di esso. • Metà Free e Metà Freelancer • mail@trgtkls.org

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No More Posts