I migliori SSD PCIe 4.0

La maggior parte dei computer e delle unità di archiviazione utilizza ancora le comuni interfacce SATA o PCIe 3.0 per trasferire i tuoi dati in giro, ma se sei abbastanza fortunato da possedere un PC relativamente moderno, potresti essere in grado di passare a un’unità a stato solido (SSD) ) basato sul protocollo PCIe 4.0 incredibilmente veloce. Abbiamo elencato alcune SSD e NVME migliori dell’anno 2023, ecco quali sono;

SSD Solidigm P44 Pro PCIe 4.0

blank

Il Solidigm P44 Pro è senza dubbio l’unità PCIe 4.0 più veloce che abbiamo mai testato. In effetti, si è classificato tra le prime cinque unità più veloci nei nostri test, ed è stato battuto solo da tre unità PCIe 5.0 di nuova generazione. Inoltre, installando il driver Windows Solidigm è possibile migliorare ulteriormente le prestazioni casuali in operazioni di lettura/scrittura di piccole dimensioni, rendendole ancora più veloci durante l’uso quotidiano.

Non solo le prestazioni di Solidigm P44 Pro sono di prim’ordine, ma hanno anche un prezzo molto ragionevole a patto di fare acquisti nel posto giusto: abbiamo scoperto che i prezzi variano ampiamente online da rivenditore a rivenditore. Questa non è solo la migliore unità PCIe 4.0 sul mercato, ma anche uno dei migliori SSD del periodo. E nonostante la forte concorrenza di un campo affollato di altri eccellenti dischi PCIe 4.0, si mantiene ai vertici.

WD Black SN850X

WD Black SN850X - Secondo classificato come miglior SSD PCIe 4.0

Il WD Black SN850X è un’unità incredibilmente veloce e si colloca proprio accanto al FireCuda 530 nella parte superiore in termini di velocità. Il motivo per cui il WD Black SN850X distingue quell’unità come la nostra scelta per il miglior secondo classificato PCIe 4.0 è che offre un migliore rapporto qualità-prezzo: non solo ti offre la stessa grande velocità di FireCuda, ma lo fa a un livello prezzo più basso per GB.

Inoltre, in termini di prestazioni complessive, l’SN850X si distingue per le sue eccellenti velocità di trasferimento reali e le eccezionali prestazioni di scrittura casuale. Nell’affollato campo degli ottimi SSD PCIe 4.0, il WD Black SN850X resiste nonostante la forte concorrenza.

SSD WD Blue SN580

SSD WD Blue SN580: il miglior SSD PCIe 4.0 economico

Ora, con i primissimi segnali dell’arrivo sul mercato delle unità PCIe 5.0, stiamo finalmente iniziando a vedere aziende che offrono unità NVMe PCIe 4.0 economiche a prezzi interessanti. Il migliore del gruppo conveniente? L’SSD NVMe WD Blue SN580. A soli $ 50 per un modello da 1 TB al momento in cui scrivo puoi mettere le mani sull’eccellente SN580: probabilmente non troverai unità PCIe 4.0 con spazio di archiviazione così economico. Anche in questo caso, anche con il prezzo basso, non sacrificherete alcuna prestazione. Nei nostri test, l’SN580 ha prodotto sia benchmark stellari che risultati reali. Certo, ha rallentato considerevolmente nel test di trasferimento di grandi dimensioni da 450 GB, ma visto che è improbabile che qualcuno scriva così tanti dati contigui, probabilmente non ha importanza. In fin dei conti, l’SN580 è un SSD PCIe 4.0 super conveniente e dalle prestazioni meravigliosamente elevate. Semplicemente non può essere battuto a questo prezzo.

Solidigm P41 Plus SSD

SSD Solidigm P41 Plus: il miglior SSD PCIe 4.0 economico

Il Solidigm P41 è un fantastico SSD economico. Fornisce solide prestazioni nel mondo reale a un prezzo super conveniente. Come nel caso di tutte le unità economiche, dovrai sacrificare un po’ di velocità per risparmiare denaro. Il P41 rallenta un po’ durante le scritture più lunghe, ma fornirà comunque ottime prestazioni quotidiane per la maggior parte degli utenti. In effetti, in termini di prestazioni, era testa a testa con il nostro disco economico preferito di cui sopra, il WD Blue SN580. Allora perché siamo arrivati ​​secondi? Dipende principalmente dal prezzo. L’SN580 è in media appena un po’ più economico del P41 di Solidigm. Questo ovviamente può cambiare in base ai rivenditori, agli eventi di vendita o anche solo a una brezza leggera. Quando si sceglie tra i due si consiglia di optare per quello più economico in quel momento.

WD Black SN770M

WD Black SN770M – Ideale per Steam Deck

In passato, eri sfortunato se volevi aggiornare il tuo spazio di archiviazione in un dispositivo di dimensioni più piccole come una console di gioco portatile in cui gli SSD NVMe 2280 più lunghi non si adattavano. Per fortuna, con l’avvento di console di gioco portatili più avanzate come Steam Deck, i produttori stanno cambiando tutto questo. Sul mercato sono disponibili un sacco di SSD 2230 di dimensioni ridotte con fattore di forma ridotto e l’ultimo WD Black SN770M è il nostro preferito. Viene fornito con un massimo di 2 TB di capacità e prestazioni incredibilmente eccellenti nel mondo reale. La sua caratteristica unica è che è lungo solo 30 mm, il che significa che puoi utilizzarlo in piccoli dispositivi come uno Steam Deck.

L’unità SN770M offre ottime prestazioni quotidiane e una velocità di trasferimento reale davvero impressionante. Durante i nostri test, ha superato i test di trasferimento da 48 GB e 450 GB, battendo altre veloci unità PCIe 4.0 di dimensioni standard. Sebbene il Rocket Q4 offra un rapporto capacità-costo abbastanza decente, se il tuo dispositivo è in grado di gestire le unità 2280 più lunghe e di dimensioni standard, probabilmente avrai più opzioni tra cui scegliere e potresti riuscire a trovare un prezzo ancora migliore. -prestazione. In ogni caso, amiamo questo SSD compatto e l’SN770M di Western Digital si adatta abilmente ad una nicchia che probabilmente diventerà più comune in futuro con dispositivi come Steam Deck.

Seagate Game Drive: il miglior SSD PCIe 4.0 per PS5

Seagate Game Drive: il miglior SSD PCIe 4.0 per PS5

Seagate Game Drive è un SSD PCIe 4.0 NVMe realizzato appositamente per le console di nuova generazione, in particolare la PS5. E non delude. È dotato di DRAM per le attività di caching primarie, che è un po’ unico e quasi essenziale per il sistema console di Sony. La PS5 non supporta l’HMB, quindi un’unità come questa con cache DRAM è la scelta ottimale. L’unità è disponibile nei modelli da 1 TB e 2 TB, il che significa che avrai molto spazio per archiviare tutti i tuoi giochi qualora ne avessi bisogno.

Sebbene il Seagate Game Drive sia ottimizzato per una PS5, non è nemmeno debole come un normale SSD. Nei nostri test di velocità si è comportato molto bene, guadagnandosi il posto come il secondo SSD PCIe 4.0 con operazioni casuali più veloce che abbiamo mai testato. Seagate offre inoltre una generosa garanzia di cinque anni con l’unità e ha una sorprendente potenza nominale di 1.275 TBW, più del doppio della norma del settore. I possessori di PS5 semplicemente non possono sbagliare con Seagate Game Drive.

Crucial T700 PCIe 5.0

Crucial T700: il miglior PCIe 5.0

Certo, PCIe 4.0 è fantastico e tutto, ma cosa succede se si desidera eseguire l’aggiornamento a PCIe 5.0? Se il tuo sistema è dotato di uno slot PCIe 5.0 M.2 e te lo puoi permettere, non c’è dubbio che otterrai velocità di lettura e scrittura significativamente più elevate. E se decidi di aggiornare, al momento non esiste un SSD PCIe 5.0 migliore del Crucial T700. Ha praticamente infranto tutti i nostri parametri di riferimento sia per i test sintetici che per quelli reali. Quanto è veloce? Bene, in un confronto fianco a fianco con il WD Black SN850X, la nostra prima scelta per il miglior PCIe 4.0, il Crucial T700 lo ha quasi raddoppiato nei benchmark di lettura e scrittura sequenziale, è stato veloce di circa il 30% nel test di trasferimento da 48 GB e circa 25% più veloce nei test di trasferimento da 450 GB. Attualmente, il T700 è senza dubbio il re della collina con un discreto margine quando si tratta di PCIe 5.0. Quindi, se e quando deciderai di apportare il cambiamento, Crucial T700 è la soluzione migliore.

Cosa cercare in un SSD

Ci sono alcune cose a cui prestare attenzione, ma soprattutto ti consigliamo di concentrarti su capacità, prezzo e durata della garanzia. Le garanzie standard sono di tre anni, ma alcuni modelli più belli sono garantiti fino a cinque anni. E a differenza dei vecchi tempi degli SSD, le unità moderne non si consumano con il normale utilizzo da parte dei consumatori, come Tech Report ha testato e dimostrato anni fa con un estenuante test di resistenza.

Un’altra cosa fondamentale a cui prestare attenzione è la tecnologia utilizzata per collegare l’SSD al PC. Per maggiori dettagli e consigli d’acquisto potete leggere la nostra guida approfondita su quale tipologia di SSD conviene acquistare.

  1. SATA: si riferisce sia al tipo di connessione che al protocollo di trasferimento, utilizzato per collegare la maggior parte dei dischi rigidi e SSD da 2,5 e 3,5 pollici al PC. Le velocità SATA III possono raggiungere circa 600 Mbps e la maggior parte, ma non tutte, le unità moderne raggiungono il massimo. (Maggiori informazioni nella sezione successiva.)
  2. PCIe: questa interfaccia si collega a quattro delle corsie PCIe del tuo computer per spazzare via le velocità SATA, per un importo di quasi 4 GBps su PCIe gen 3. Quel tipo di velocità da sballo si abbina bene con le unità NVMe sovralimentate. Sia le linee PCIe nella scheda madre che lo slot M.2 nella scheda madre possono essere cablate per supportare l’interfaccia PCIe ed è possibile acquistare adattatori che consentono di inserire unità M.2 “gumstick” in una corsia PCIe. Le unità PCIe 4.0 sono significativamente più veloci, ma richiedono un processore AMD Ryzen serie 3000 o Intel Core di undicesima generazione (o più recente), insieme a una scheda madre PCIe 4.0 compatibile.
  3. NVMe: la tecnologia Non-Volatile Memory Express sfrutta l’ampia larghezza di banda PCIe per creare SSD incredibilmente veloci che fanno saltare in aria le unità basate su SATA. Dai un’occhiata a “Tutto quello che devi sapere su NVMe” di PCWorld per un approfondimento approfondito.
  4. M.2: È qui che le cose si fanno complicate. Molte persone presumono che le unità M.2 utilizzino tutte la tecnologia NVMe e velocità PCIe, ma non è vero. M.2 è solo un fattore di forma. Certo, la maggior parte degli SSD M.2 utilizza NVMe, ma alcuni si attengono ancora a SATA. Fai i tuoi compiti. Molti Ultrabook moderni si affidano a M.2 per l’archiviazione.
  5. U.2 e mSATA: potresti anche imbatterti in SSD mSATA e U.2, ma sia il supporto della scheda madre che la disponibilità del prodotto sono rari per questi formati. Alcuni Ultrabook più vecchi includevano mSATA prima che M.2 diventasse popolare e le unità sono ancora disponibili se ne hai bisogno.

La velocità è importante, ovviamente, ma come abbiamo detto la maggior parte degli SSD moderni satura l’interfaccia SATA III. Non tutti, però.

Autore

In stretto contatto con la tecnologia e gaming fin dall'infanzia, è felice di fare ricerche e condividere le sue esperienze con le persone.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No More Posts