Le grandi aziende verso il carbonio 0, sono pochi che mantengono le promesse

Il rapporto Climate Corporate Responsibility Monitor pubblicato oggi ha rivelato che 25 aziende giganti, che sono tra le più grandi aziende del mondo, non manterranno le loro promesse di emissioni di carbonio. Il rapporto dichiara che le aziende fanno false promesse.

Il cambiamento climatico, che è iniziato con la rivoluzione industriale e ha mostrato che siamo fuori dagli schemi previsti, soprattutto negli ultimi anni, questo porterà ad un pessimo futuro per il mondo a meno che non vengano prese misure urgenti. Mentre attualmente stiamo affrontando condizioni meteorologiche estreme e siccità, sono stati presi decisioni internazionali interessanti soprattutto alla Conferenza sui cambiamenti climatici tenuti nel 2021 sul come prevenirlo.

Prima del 2021, alcune delle più grandi aziende del mondo condividevano vari obiettivi in ​​linea con i loro sforzi per ridurre a zero le emissioni di carbonio. Ad esempio, Amazon ha annunciato che ridurrà a zero le emissioni di carbonio in tutte le sue attività entro il 2040. Un nuovo studio ha mostrato che l’obiettivo dato da queste colossali aziende è molto indietro, e le promesse sono ‘fuorvianti’.

Il rapporto Climate Corporate Responsibility Monitor, pubblicato per la prima volta, le prime 25 aziende che sono tra le più grandi del mondo in un rapporto del New Climate Institute e del Carbon Market Watch ha mostrato che le aziende rispetteranno solo il 40% dei loro impegni. Ha rivelato anche che le aziende ridurranno le proprie emissioni di carbonio solo del 23% entro il 2030.

A seguito di questi dati, il rapporto ha condiviso quanto fosse grave la situazione tra le 4 società più grandi del mondo:

  • Nestlé ha affermato che ridurrà le emissioni di carbonio del 50% (rispetto al 2018) entro il 2030. Ma i dati mostrano che questo tasso sarà del 18%.
  • Google ha affermato che è carbon neutral dal 2007, che rimuoverà completamente le emissioni di carbonio entro il 2030. Sebbene l’azienda sia uno dei leader nella lotta ai cambiamenti climatici, il calcolo nel suo successo a emissioni zero in realtà non includeva la metà del carbonio emesso nel 2020. Tanto che le emissioni di carbonio di Google sono aumentate negli ultimi 3 anni.
  • Carrefour ha affermato che ridurrà le sue emissioni di carbonio a 0 entro il 2040. Tuttavia, l’affermazione di Carrefour non prendeva in considerazione le maggiori fonti di emissioni di carbonio e si applicava solo al 2% delle emissioni totali. Inoltre, l’obiettivo è stato convalidato per meno del 20% dei suoi negozi nel mondo.
  • IKEA ha annunciato che mira a ridurre le emissioni di carbonio a zero, o addirittura negative, entro il 2030. Tuttavia, il rapporto ha rivelato che la riduzione delle emissioni sarà solo del 15%.

È stato affermato che nessuna delle 25 società giganti osservate nel rapporto potrebbe raggiungere standard elevati nella riduzione a zero delle emissioni di carbonio. Le aziende che esibiscono “bassa onestà” inclusi Amazon e IKEA, il sondaggio ha rilevato sono 11 aziende che esibiscono “bassa onestà”. Tra queste 11 aziende ci sono anche Nestlé ed E.ON.

Autore

Classe Novanta3, Fondatore di TrgtKLS. Appassionato in Sec IT & Tech. Expert per l'amministrazione web server e supporto in Back-&, ottimizzazione e manutenzione di esso. Metà Free e Metà Freelancer.

Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Consenti gli annunci sul nostro sito

Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ti ricordiamo che finanziamo il nostro sito soltanto con le pubblicità per sostenere ogni giorno migliaia di lettori. Non essere crudele, disattiva il blocco dei annunci.