Le Principali Cause Del DownTime

Il tuo hosting ti offre una garanzia di Uptime del 99,99%?
Forse il motivo dell’inattività del sito Web non è il tuo hosting.

Che cos’è il tempo di inattività del sito web DownTime?

Downtime“, è l’opposto di “Uptime“: si riferisce al tempo in cui un servizio o una macchina non sono in esecuzione. I tempi di fermo in qualsiasi sistema spesso si traducono in tempi di fermo del sistema e insoddisfazione dei clienti.

È normale che anche i migliori provider di hosting del mondo riscontrino tempi di inattività dovuti a manutenzione programmata, minacce alla sicurezza, problemi hardware o software, disastri naturali, gravi interruzioni di corrente, problemi DNS o CMS.

È anche importante capire che non tutti i tempi di inattività hanno lo stesso effetto. Ad esempio, una manutenzione del server programmata tra le 2:00 e le 12:00 di domenica mattina non sarà dannosa come un arresto anomalo che si verifica a mezzogiorno di un giorno feriale.

Inoltre, anche il tipo di sito web che hai gioca un ruolo nell’impatto dei tuoi tempi di inattività. Un piccolo blog personale con meno di 5.000 visitatori al mese non avrà seri problemi di carriera se rimane inattivo per un’ora. Tuttavia, un sito di e-commerce con un milione di visitatori mensili subirà enormi perdite se l’accesso viene interrotto in modo imprevisto. Per questo motivo, molte società di hosting affermano che i server che ospitano i loro siti Web hanno un alto tasso di disponibilità.

Come calcolare il tasso di Uptime?

Il tasso di uptime viene calcolato in base al numero di ore in cui il sistema (server) è disponibile per un determinato periodo di tempo ed è espresso in percentuale.

L’orario di lavoro annuale è calcolato come segue:

Il tasso di uptime è calcolato come Orario di lavoro / Numero di ore all’anno X 100 e il risultato è espresso come % (percentuale).

Esempio:

Sappiamo che ci sono 365 giorni in un anno, quindi ci sono un totale di 365 x 24 = 8760 ore.

Se ci sono 4 ore di interruzione all’anno, questa viene sottratta dal numero totale di ore all’anno.

8760 – 4 = 8756 ore

Quindi, se eseguiamo il calcolo secondo la formula, sarà:

(8756/8760) x 100 =99,9% e oltre

Quindi in questo caso il tempo di attività è del 99,9%.

Quindi il DownTime a cosa si riferisce?

Il tempo di inattività del sito Web è quando un sito Web o un servizio Web non funziona o non funziona per gli utenti finali come dovrebbe. Se la pagina Web non è stata caricata o se qualsiasi funzione critica per l’utente finale ha smesso di funzionare, è considerato un tempo di inattività.

Le persone in genere pensano che quando la pagina non si carica, significa tempi di inattività. Ma cosa succede se l’utente desidera aggiungere un prodotto al carrello, ma il pulsante non funziona. Considereresti il ​​sito web attivo se solo le pagine si caricano, ma le funzioni non fanno quello che dovrebbero fare. 

In un certo senso, i tempi di inattività sono diventati una questione soggettiva perciò diverse cause comuni di inattività del sito Web sono:

Errori Umani

Secondo i dati degli ultimi anni, gli errori umani sono uno dei motivi principali dei tempi di inattività del sito web. Può essere un incidente, una scarsa qualità del lavoro o un tentativo deliberato di danneggiare il sito web del cliente. Sfortunatamente, molte delle più grandi interruzioni hanno trovato gli esseri umani al centro dell’errore.

Guasti hardware

Il sito Web è ospitato su un server e il server è un prodotto fisico soggetto a guasti. Puoi essere della massima cura, ma comunque il server si romperà. Può succedere di tutto, come un server che si spegne senza motivo, un guasto alla fonte di alimentazione UPS, un codice errato che blocca le funzioni del server, il server che si surriscalda a causa della mancanza del sistema di raffreddamento: c’è un reparto IT completo che risolve i problemi hardware. Non si può prevedere quando il server andrà in Tilt. Gli amministratori analizzano regolarmente il server per trovare indizi di un futuro problema, ma cose impreviste possono causare tempi di inattività.

Provider di Hosting

Il provider di hosting in genere promette una garanzia di uptime del 95% e compensa l’interruzione. Tuttavia, dovresti sapere che sarai compensato solo per il prezzo che hai pagato per il servizio. Riceverai comunque una scusa e uno sconto per il pagamento del mese prossimo. E la parte spaventosa è che non saprai mai l’esatto ammontare dei tempi di inattività del tuo sito web poiché il provider non condividerà le statistiche con te. Ma la realtà è che i provider di hosting economici offrono piani di hosting convenienti al costo di prestazioni affidabili. Utilizzano server obsoleti, vecchie infrastrutture IT e server non virtualizzati. Ecco perché possono offrire un hosting così economico.

Problemi DNS

Domain Name System mappa il nome di dominio con l’indirizzo IP assegnato al web-hosting. La configurazione e l’impostazione del DNS sono tecnicamente complicate. Inoltre, la risoluzione DNS deve avvenire in più passaggi e i problemi possono presentarsi in qualsiasi momento. DNS potrebbe non essere disponibile a causa dell’interruzione del server. Significa che, anche se il tuo server funziona bene, il problema del server DNS potrebbe causare tempi di inattività del sito web. Inoltre, la latenza DNS è una cosa importante, causando il caricamento lento del sito web.

Integrazioni di Terze Parti

È essenziale capire che quasi tutti i siti Web sono costruiti su un codice, a seconda di altri codici. Il caricamento dei tuoi siti Web potrebbe richiedere un particolare set di pacchetti dai repository di lingue, ma tali pacchetti potrebbero richiedere i propri set di pacchetti e così via. Non si può ignorare l’integrazione di terze parti, un singolo sito Web ha diverse dipendenze e servizi di terze parti, se uno di questi non funziona, la pagina Web si carica lentamente.. dovresti assicurarti di installare estensioni di terze parti affidabili.

Attacchi Malignosi

Anche se non sei il bersaglio dell’attacco e condividi il server solo con il sito vittima, il tuo sito web non funzionerà. Tuttavia, i server dedicati e i server cloud sono al sicuro dagli attacchi DDoS perchè usano il sistema di Cloud Computing. L’attacco DDoS o Denial of Service Attack si verifica quando molte persone aprono il sito Web contemporaneamente, consumando tutte le risorse del server e causando tempi di inattività del sito Web. Un hosting e un firewall di qualità sono la tua armatura contro gli attacchi DDoS. Altrimenti gli hacker utilizzeranno tutte le tue risorse con un semplice attacco DDoS per far crollare il tuo sito web.

Problemi CMS

Il Content Management System rende più facile per tutti creare siti web e pubblicare contenuti sul web. Ci sono così tanti CMS opensource popolari come WordPress, Magento, Drupal, Joomla, ecc. Shopify, Ghost, Squarespace sono leader nel reparto close source. CMS ha bisogno di funzionalità extra, estensioni, moduli, plug-in, page builder e script li aiutano a portare a termine il lavoro con l’aiuto di un’interfaccia utente. Quindi i plugin o lo script potrebbe non funzionare correttamente nell’intero sito web. Qualsiasi errore del database, conflitti interni, incompatibilità dei plug-in, immagini danneggiate possono causare tempi di inattività del sito web.

Manutenzione Non Gestita

La manutenzione mal gestita è la causa sottovalutata dei tempi di inattività del sito web. Tutto l’hardware e il software richiedono una manutenzione regolare. Che si tratti del sito Web, del server o del CMS, tutti necessitano di aggiornamenti frequenti. Il motivo principale per cui i siti WordPress vengono violati sono i plugin e i temi obsoleti. Se non accedi al tuo sito web per anni, i software ei servizi obsoleti continuano a intasare il sito web.

Esiste una garanzia di uptime del 100%?

Mantenere il 100% di Uptime è impossibile.

Tutti i provider di web hosting fanno del loro meglio per mantenere il loro server e il sito del cliente attivo e funzionante il 100%. Sfortunatamente, anche rilevare l’interruzione non è sempre possibile. I provider di web hosting probabilmente assicurano che il loro server non sarà mai inattivo, ma non possono garantire tutti gli altri servizi interconnessi all’interno del web.

I tempi di inattività del sito Web sono inevitabili e ne soffrirai prima o poi nella tua vita. Ma con il giusto partner di hosting, puoi avere il servizio quasi perfetto.

Autore

Classe Novanta3, Fondatore di TrgtKLS. Appassionato in Sec IT & Tech. Expert per l'amministrazione web server e supporto in Back-&, ottimizzazione e manutenzione di esso. • Metà Free e Metà Freelancer • mail@trgtkls.org

Articoli correlati

2 commenti

blank
Ontaustu  -  13 Marzo 2022 at 06:08

Aggiungi il sito Uptime control. net all’articolo, perché solo loro hanno un intervallo di verifica della disponibilità del sito di 3 minuti sul piano gratuito.

Rispondi
Avatar photo

Sarà presto preso in considerazione nei prossimi articoli.
Grazie

Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

No More Posts