Progetto di distribuzione del contenuto multimediale

Come la maggior parte dei pezzi di hardware, ogni bullone e vite che tiene insieme tutto è essenziale. Per ottenere quel risultato finale eccezionale che funziona alla sua massima capacità, qualcosa deve essere costruito tenendo conto dell’efficienza ottimale.

Sì, è possibile combinare tutto insieme: codice di siti Web, file, risorse, contenuti scaricabili, streaming di video e audio e tonnellate di grandi immagini non elaborate. Ma solo perché qualcosa è possibile non significa necessariamente che sia la scelta migliore. L’invio di tale configurazione all’ambiente di produzione non ti farà la prima scelta per gli utenti di fare clic anche se ti trovi nella prima pagina dei risultati di un motore di ricerca.

Se il tuo sito Web è già di default abbastanza grande, ha un consumo elevato di risorse, grandi dimensioni di file e richiede il caricamento di molti script, immagini, librerie e file di repository – allora dovresti assolutamente continuare a leggere.

Contenuto video
Di gran lunga, il boia delle prestazioni di ogni hosting è il contenuto video collegato direttamente al sito Web dallo stesso server, il che spinge la velocità del progetto direttamente nel buco della ghigliottina.

Ogni volta che un nuovo visitatore stabilisce una connessione al tuo sito Web, inizia il processo di caricamento di tutti i singoli elementi della pagina. Questo è un processo ripetuto per ogni singola prima visita. Se il sito Web ha plug-in adeguati alla cache o configurazione del server, l’impatto sarà minore sul caricamento sequenziale delle pagine. Tuttavia, con i contenuti video ospitati direttamente sul tuo account, la quantità di risorse utilizzate verrà notevolmente aumentata.

Ecco un esempio delle scansioni delle prestazioni GTMetrix di due siti Web separati sullo stesso server. La differenza principale è che quello in basso ha un video di alta qualità come sfondo per la home page, che si carica direttamente dal server stesso.

Le alternative per ridurre gli effetti negativi causati dal contenuto dell’immagine sono un po ‘più diverse. Le immagini sono disponibili in tutte le forme e dimensioni, in molti filtri e formati, ma ciò che tutte le estensioni di file condividono tra loro è che occupano sempre una parte consistente del conteggio dei file dell’applicazione: gli inode dell’hosting.

L’uso delle miniature (e della corretta dimensione dell’immagine in generale) è un altro aspetto essenziale del processo di ottimizzazione. Le miniature occuperanno effettivamente 2 o 3 volte più inode nel tuo hosting poiché moltiplicano la quantità, ad esempio, di immagini di prodotti. Ma, realizzando versioni di dimensioni corrette dell’immagine originale, in diversi viewport, il numero di risorse utilizzate per caricarlo viene ridotto. Ciò è particolarmente utile quando si accede a un sito Web tramite un telefono o un tablet, poiché in questi casi non è necessario disporre di immagini Full HD o con risoluzione 4K.

Abbiamo anche la compressione delle immagini e può essere eseguita tramite un plug-in o tramite il prerendering delle immagini prima che vengano caricate in un ambiente di produzione. È senza dubbio la prima cosa che molti sviluppatori web e proprietari di siti Web cercheranno di implementare prima di passare a una delle altre opzioni. È facile seguire il processo in quanto bastano pochi clic per installare uno dei plugin o moduli principali, a seconda dell’applicazione che si sta utilizzando. Tutto quanto detto sopra per gli altri due colpevoli si applica anche alle immagini.

Non possiamo avere un elenco completo di opzioni per questo argomento senza menzionare la possibilità di integrare una rete di distribuzione di contenuti nella struttura di hosting. Che si tratti di una CDN a pagamento o gratuita, ci sono una manciata di opzioni molto affidabili. Puoi attivare Cloudflare come parte dei nostri servizi gratuitamente, con un solo clic. Replica i tuoi contenuti su oltre 200 nodi periferici (oltre 95 paesi) in tutto il mondo. Ciò rende il tuo sito Web estremamente rapido da qualsiasi luogo nel mondo. Perché vorresti aggiungerne uno alla tua struttura? Bene, la risposta è semplice. Più velocità e meno utilizzo generato sul pacchetto di hosting. Anche con la versione gratuita della CDN di CloudFlare, ottieni molti altri vantaggi, tra cui SSL permanente, sicurezza aggiuntiva e in alcune situazioni, aiuta persino il tuo SEO a posizionarti più in alto nei motori di ricerca.

C’è sempre l’opzione per un servizio a pagamento come MaxCDN, che offre la possibilità di zone Push and Pull, essendo un’opzione aggiuntiva per la condivisione di file di grandi dimensioni, come file ZIP e documenti PDF. Supportano anche MP4 e altre estensioni simili, che possono essere più utili, a seconda del caso.

Autore

Classe Novanta3, Fondatore di TrgtKLS. Appassionato in Sec IT & Tech. Expert per l'amministrazione web server e supporto in Back-&, ottimizzazione e manutenzione di esso. Metà Free e Metà Freelancer.

Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *