Comandi più utilizzati sul terminale MacOS

Un giorno potresti aver bisogno dello schermo del Terminale per molte ragioni, come l’esecuzione di alcune operazioni specifiche nel sistema operativo, l’installazione di software aggiuntivo, la risoluzione rapida dei problemi e la personalizzazione del sistema operativo. Ti chiedi a cosa servono? Se per caso quando scarichi un software open source da Github, devi usare il comando per trasformare questo software che non è in DMG in un pacchetto di installazione. Non è necessario andare al limite dell’App Store e del sistema operativo. Per molte altre cose potresti soffermarti allo schermo del terminale del Mac. 

Cos’è il terminale macOS?

Terminal è un client della riga di comando che aiuta gli utenti del sistema operativo macOS a eseguire alcune funzioni che non possono eseguire dall’unità di interfaccia grafica. Eseguendo vari comandi sullo schermo del terminale, è possibile eseguire comandi aggiuntivi come in tutti i sistemi operativi derivati ​​da UNIX.

Puoi aprire Terminal su versioni di MacOS OS seguendo uno dei due semplici passaggi;

  1. Apri Finder, vai alla cartella Utilità nella scheda Applicazioni e apri Terminale.
  2. Utilizzando CMD + barra spaziatrice o facendo clic sul collegamento Spotlight sull’interfaccia, digitare “Terminale” e premere Invio.

È importante sapere il comando e la sua utilità. C’è un modo semplice per scoprirlo tramite Terminale. Quando apri Terminale, digita il comando man e fai clic su Invio, si aprirà una finestra informativa inglese “whatis” con informazioni sulla descrizione del comando, su come usarlo e sulla sintassi.

  • Afconvert: comando di conversione file audio.
  • afinfo: restituisce le informazioni sul file audio.
  • afplay: riproduce il file audio.
  • alias: crea un alias (alias).
  • alloc: elenca lo stato della memoria utilizzata e libera.
  • apropos: ricerca il database “whatis” nelle stringhe.
  • asr: apre Apple Software Restore.
  • awk: aiuta a trovare e sostituire il testo all’interno di un file.
  • basename: converte il percorso completo solo in un percorso di cartella.
  • bash: Bourne-Again SHell (Linux)
  • bg : Aiuta a portare il processo in secondo piano.
  • bless: aiuta a impostare l’avviabilità del volume e le opzioni del disco di avvio.
  • break: esci da un loop (For, While, Until o Seleziona loop).
  • cal: apre il calendario.
  • builtin: esegue una shell incorporata.
  • bzip2: utilizzato per comprimere o estrarre file.
  • caffeinate: impedisce al sistema di andare a dormire.
  • calendar: apre il servizio di promemoria (promemoria).
  • caller: restituisce una chiamata di sottoprogramma.
  • cancel: utilizzato per annullare la stampa e le attività della stampante.
  • case: esegue condizionalmente un comando.
  • cat: combina il contenuto dei file (come più file di testo) e li stampa sullo schermo (immagini).
  • cd: usato per cambiare cartella.
  • chflags: Usato per cambiare il puntatore della bandiera di un file o di una cartella.
  • chgrp: cambia la proprietà del gruppo.
  • chmod: cambia i permessi e i privilegi di accesso.
  • chown: cambia il proprietario e il gruppo del file.
  • chroot: esegue un comando con una directory radice diversa.
  • cksum: stampa il checksum CRC e il conteggio dei byte.
  • clear: cancella lo schermo del terminale.
  • cmp: confronta due file.
  • comm: aiuta a confrontare due file sequenziali riga per riga. Esegue un comando (non una funzione).
  • continue: utilizzato per continuare l’iterazione successiva di un ciclo.
  • cp: copia uno o più file in un’altra posizione.
  • cron: utilizzato per eseguire comandi pianificati (Daemon).
  • crontab: consente di pianificare un comando da eseguire in una data/ora successiva.
  • csrutil: consente di configurare la protezione dell’integrità del sistema (SIP: configurare la protezione dell’integrità del sistema).
  • curl: utilizzato per trasferire dati da o verso un server.
  • cut: consente di dividere il file in più parti.
  • date: utilizzato per visualizzare o modificare la data e l’ora.
  • dc: apre la calcolatrice desktop.
  • dd: utilizzato per convertire un file e copiarlo su un disco clonato.
  • declare: aiuta a scartare le variabili e impostare i loro attributi e.
  • defaults: cambia le opzioni della cartella in modo da poter vedere i file e le cartelle nascosti.
  • df: ti consente di visualizzare lo spazio libero su disco del tuo Mac.
  • diff: mostra le differenze tra due file.
  • diff3: mostra le differenze tra tre file.
  • dig : utilizzato come comando di ricerca DNS.
  • dirname: converte solo il percorso completo in una cartella (percorso).
  • dirs: mostra un elenco di tutte le directory che il Terminale ricorda.
  • diskutil: strumento di gestione del disco per la formattazione, la verifica e la riparazione.
  • ditto: utilizzato per copiare cartelle e file.
  • dot_clean: viene utilizzato per rimuovere la punteggiatura (._*) da file o cartelle.
  • drutil: aiuta a interagire con i masterizzatori CD/DVD.
  • dscacheutil: utilizzato per interrogare o svuotare la cache del servizio directory/DNS.
  • dseditgroup: utilizzato per modificare, creare o eliminare gruppi.
  • dscl: esegue l’utilità della riga di comando del servizio directory.
  • du: aiuta a mostrare la quantità di spazio del file utilizzata.
  • echo: serve per stampare un testo che hai scritto sullo schermo.
  • enable: aiuta ad abilitare e disabilitare i comandi della shell incorporati.
  • exec: aiuta a eseguire un comando.
  • exit: serve per uscire dalla shell.
  • export: utilizzato per impostare una variabile di ambiente.
  • expr: utilizzato per valutare le espressioni.
  • fc: aiuta a organizzare e riprodurre i comandi precedenti dalla cronologia dei comandi.
  • fdisk: strumento di manipolazione della tabella delle partizioni per Darwin UFS / HFS / DOS.
  • fdesetup: utilizzato come ausilio per la configurazione di fileVault o elenca gli utenti di FileVault.
  • fg: invia la funzione (lavoro) in primo piano.
  • file: specifica il tipo di file.
  • find: viene utilizzato per cercare file che soddisfano determinati criteri.
  • fmt: riformatta il testo del paragrafo.
  • fold: espande il testo per adattarlo alla larghezza specificata.
  • for: comando Ciclo.
  • fsck: aiuta a eseguire il controllo e la riparazione della coerenza del file system.
  • fsaclctl: utilizzato per abilitare o disabilitare il supporto ACL per il file system.
  • fs_usage: stampa il tasso di utilizzo del file system (come processo/percorso).
  • ftp: programma di trasferimento file Internet.
  • function: usata per definire le macro di funzione.
  • fuser: elenca i processi contenenti uno o più file.
  • GetFileInfo: utilizzato per ottenere gli attributi dei file HFS+.
  • getopt: analizza i parametri della posizione.
  • goto: utilizzato per passare al tag e continuare l’esecuzione.
  • grep: cerca i file all’interno delle righe che corrispondono a un determinato criterio.
  • groups: stampa i nomi dei gruppi degli utenti sullo schermo.
  • gzip: utilizzato per creare o estrarre file di archivio.
  • halt: arresta e riavvia il sistema operativo.
  • hash: viene utilizzato per aggiornare le posizioni di memoria dei comandi.
  • head: sposta lo schermo del terminale in alto per visualizzare le prime righe del file.
  • hdiutil: strumento di manipolazione per immagini disco in formato ISO.
  • hostname: utilizzato per impostare il nome del sistema o stamparlo sullo schermo.
  • iconv: utilizzato per convertire il set di caratteri del file.
  • id: stampa sullo schermo i nomi/ID di utenti e gruppi.
  • if: esegue condizionalmente un comando.
  • ifconfig: configura i parametri dell’interfaccia di rete.
  • iostat: riporta le statistiche della CPU e dell’i/o.
  • ipconfig: utilizzato per visualizzare e controllare lo stato della configurazione IP.
  • info: una specie di comando di aiuto.
  • install: copia i file e ne imposta gli attributi.
  • lavori: elenca i lavori attivi.
  • kextfind: elenca le estensioni del kernel.
  • kextstat: Visualizza lo stato delle estensioni del kernel installate (kext).
  • kextunload: termina le istanze del driver e scarica le estensioni del kernel.
  • kickstart: configura l’assistenza remota Apple (desktop remoto).
  • kill: aiuta a uccidere un processo apprendendo il suo PID.
  • killall: uccide un processo in base al nome.
  • l: elenca i file in formato lungo (ls -l).
  • last: specifica gli ultimi accessi di utenti e tty.
  • launchctl: utilizzato per caricare o scaricare demoni/agenti.
  • ll: elenca i file invisibili in un elenco di file di formato lungo (ls -la).
  • less: utilizzato per visualizzare un output dello schermo alla volta.
  • let: viene utilizzato per valutare l’espressione.
  • lipo: utilizzato per convertire un binario universale.
  • ln: crea collegamenti tra file ( collegamenti reali, collegamenti simbolici ).
  • local: utilizzato per impostare la variabile (funzione) locale.
  • locate: utilizzato per trovare i file.
  • logname: stampa il nome di accesso corrente.
  • login: per accedere al computer ( utilizzato per accedere ).
  • logout: utilizzato per uscire dalla shell di accesso (ciao).
  • look: mostra le righe che iniziano con una determinata stringa.
  • lp: utilizzato per stampare file.
  • lprm: annulla i lavori di stampa in coda per la stampa.
  • lpstat: fornisce informazioni sullo stato della stampante.
  • ls: viene utilizzato per elencare le informazioni sul file o sui file.
  • lsregister: reimposta il database di Launch Services.
  • lsof: utilizzato per elencare i file aperti.
  • man: ti aiuta ad accedere al manuale di aiuto.
  • mdfind: utilizzato per cercare Spotlight.
  • mdutil: utilizzato per gestire l’archivio dei metadati di Spotlight.
  • mkdir: crea una nuova/e cartella/e.
  • mkfifo: utilizzato per creare FIFO (named pipe).
  • more: utilizzato per visualizzare più risultati contemporaneamente sullo schermo del terminale.
  • mount: utilizzato per montare (montare) il filesystem.
  • mv: utilizzato per spostare o rinominare file o directory.
  • nano: apre un semplice editor di testo.
  • nc/netcat: utilizzato per leggere e scrivere dati sulle reti.
  • net: utilizzato per gestire le risorse di rete.
  • netstat: mostra lo stato della rete.
  • networksetup: apre le preferenze di rete e di sistema.
  • nice: utilizzato per impostare la priorità di un comando.
  • ntfs.util: utilità del file system NTFS.
  • onintr: aiuta a controllare l’interruzione di una shell.
  • apri: utilizzato per aprire un file/cartella/URL o un’applicazione.
  • osacompile: viene utilizzato per compilare file Applescript.
  • osascript: utilizzato per eseguire AppleScript.
  • passwd: cambia la password dell’utente.
  • paste: unisce righe di file.
  • pbcopy: copia i dati negli appunti.
  • pbpaste: incolla i dati dagli appunti.
  • pgrep: elenca i processi ( processi ) con un nome completo o parziale.
  • ping: utilizzato per testare la connettività di rete.
  • pkill: termina i processi utilizzando il loro nome completo o parziale.
  • pkgbuild: crea un pacchetto di componenti del programma di installazione di macOS.
  • pmset: utilizzato per accedere alle impostazioni di risparmio energetico.
  • popd: utilizzato per ripristinare il valore precedente ( valore ) dell’indice corrente .
  • pr: utilizzato per convertire file di testo in formato stampabile.
  • ps: fornisce informazioni sullo stato del processo.
  • pushd: salva il valore della directory corrente.
  • pwd: stampa la directory attiva sullo schermo.
  • quota: Visualizza l’utilizzo del disco e i valori limite.
  • rcp: utilizzato per copiare file tra macchine.
  • readonly: utilizzato per contrassegnare una variabile o una funzione come di sola lettura.
  • reboot: arresta e riavvia il sistema.
  • ReportCrash: abilita/disabilita la segnalazione degli errori.
  • return: utilizzato per uscire da una funzione.
  • rev: inverte le righe del file.
  • rm: Elimina i file.
  • rmdir: elimina la/le cartella/e.
  • rpm: Gestione pacchetti remota.
  • dì: traduce un testo in voce con l’aiuto di Siri.
  • screen: terminale Multiplex (esegue Remote Shell tramite ssh).
  • screencapture: cattura lo screenshot del file o del disco.
  • scselect: utilizzato per passare da una posizione di rete all’altra.
  • scutil: permette di gestire i parametri di configurazione del sistema.
  • sdiff: unisce due file in modo interattivo.
  • security: consente di gestire Portachiavi ( Portachiavi ), chiavi, certificati e Framework di sicurezza.
  • sed: Editor di flusso.
  • select: crea un elenco di elementi.
  • serverinfo: restituisce le informazioni sul server.
  • set: modifica il valore di un’opzione shell ( Shell ) e viene utilizzato per impostare i parametri di posizione.
  • setfile: imposta gli attributi dei file HFS+.
  • sharing: aiuta a creare punti di condivisione per i servizi afp, ftp e smb.
  • shasum: stampa o controlla il Checksum SHA ( Checksum ).
  • shift: cambia i parametri di posizione.
  • shopt: utilizzato per impostare le opzioni della shell.
  • shutdown: utilizzato per spegnere o riavviare macOS.
  • sleep: imposta un ritardo per un certo tempo.
  • softwareupdate: strumento di aggiornamento del software di sistema.
  • sort: utilizzato per ordinare i file di testo.
  • source: utilizzato per eseguire/eseguire comandi da un file sorgente.
  • split: viene utilizzato per dividere il file in parti di dimensioni fisse.
  • srm: utilizzato per rimuovere in modo sicuro file o directory.
  • stat: Visualizza lo stato di un file.
  • stop: interrompe un lavoro o un processo.
  • su: modifica l’ID utente.
  • sudo: utilizzato per eseguire un comando come un altro utente.
  • sum: stampa un checksum ( checksum ) per il file .
  • sw_vers: ti aiuta a scoprire la versione del sistema operativo macOS.
  • system _profiler: riporta la configurazione del sistema.
  • systemsetup: apre il computer e visualizza le impostazioni di sistema.
  • tail: estrae l’ultima parte dei file.
  • tar: archivio nastro.
  • tccutil: strumento di gestione del database della privacy.
  • tcpdump: utilizzato per scaricare il traffico su una rete.
  • tee: reindirizza l’output a più file.
  • test: serve per valutare la situazione.
  • textutil: strumento di manipolazione utilizzato per manipolare file di testo in vari formati (Doc, html, rtf).
  • time: utilizzato per misurare l’utilizzo delle risorse del programma.
  • times: utilizzato per stampare shell ( Shell ) e tempi di processo della shell ( Shell Process Time ).
  • tmutil: utilizzato per aprire l’utilità Time Machine.
  • top: mostra le informazioni sulla transazione.
  • touch: modifica i timestamp dei file.
  • tput: utilizzato per impostare le capacità, le impostazioni, il colore e la posizione dipendenti dal terminale.
  • tr: utilizzato per tradurre, comprimere e/o eliminare caratteri.
  • traceroute: utilizzato per l’operazione di traccia percorso verso host.
  • tty: stampa il nome del file del terminale su stdin.
  • type: usato per descrivere come usare un comando e la sua sintassi.
  • ufs.util: utilizzato per montare/smontare il file system UFS.
  • ulimit: utilizzato per limitare l’uso di risorse a livello di sistema.
  • umount: utilizzato per smontare (smontare) un dispositivo.
  • unalias: utilizzato per eliminare un alias.
  • uname: utilizzato per stampare le informazioni di sistema sullo schermo.
  • unexpand: usato per convertire gli spazi in tabulazioni.
  • uniq: utilizzato per rendere unici i file.
  • units: Viene utilizzato per convertire le unità ( peso, ecc. ) da una bilancia all’altra.
  • unset: viene utilizzato per eliminare i nomi di variabili o funzioni.
  • until: comando loop.
  • uptime: viene utilizzato per mostrare da quanto tempo il sistema è in esecuzione.
  • users: stampa i nomi di accesso degli utenti che hanno effettuato l’accesso.
  • uuencode: utilizzato per codificare un file binario.
  • uudecode: utilizzato per decodificare ( Decode ) un file creato da uuencode.
  • uuidgen: utilizzato per generare un ID univoco ( UUID / GUID ).
  • vi: editor di testo.
  • wait: utilizzato per attendere il completamento del processo.
  • wall: utilizzato per scrivere un messaggio agli utenti.
  • wc: utilizzato per stampare il conteggio di byte, parole e righe.
  • whatis: viene utilizzato per cercare tutte le parole nel database di whatis.
  • whereis: utilizzato per trovare un programma.
  • which: utilizzato per trovare un programma nella directory utente.
  • while: comando Loop (comando Loop ).
  • who: utilizzato per stampare tutti i nomi utente attualmente registrati.
  • whoami: utilizzato per stampare (`id -un’) l’ID e il nome dell’utente corrente.
  • write: serve per inviare un messaggio a un altro utente.
  • xattr: aiuta a visualizzare e utilizzare le funzionalità estese.
  • youtube-dl: utilizzato per scaricare video di YouTube.
  • zip: utilizzato per impacchettare e comprimere ( archivio ) i file.
  • !!: Utilizzato per eseguire nuovamente l’ultimo comando eseguito.

Autore

Classe Novanta3, Fondatore di TrgtKLS. Appassionato in Sec IT & Tech. Expert per l'amministrazione web server e supporto in Back-&, ottimizzazione e manutenzione di esso. Metà Free e Metà Freelancer.

Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

Consenti gli annunci sul nostro sito

Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ti ricordiamo che finanziamo il nostro sito soltanto con le pubblicità per sostenere ogni giorno migliaia di lettori. Non essere crudele, disattiva il blocco dei annunci.